La Grande Distribuzione Organizzata un settore che negli ultimi tempi ha avuto crescite e risultati significativi!

Spesso abbreviata con l’acronimo GDO è il sistema di vendita al dettaglio che avviene tramite una rete di supermercati presente in vari punti del territorio e controllati da una unica entità aziendale.

La Grande Distribuzione Organizzata ha origine da un mutamento della vendita che si evolve nel tempo in tre passi:

  • All’inizio, il sistema commerciale parte con i negozi tradizionali sotto casa.
  • Poi il sistema si evolve e nascono i primi singoli supermercati.
  • Poi avviene un’ulteriore crescita ed evoluzione che raggruppa l’offerta commerciale in un sistema di grande distribuzione organizzata.

La Grande Distribuzione Organizzata e la sua storia:
Nascono in Francia i primi grandi magazzini con il nome ” Magasins de Nouveautés ” era il 1830 e all’epoca avvenne il primo passaggio tra il commercio tradizionale e la formula del grande magazzino.

In quel periodo ci furono altri nomi importanti che fecero parlare di se come i magazzini “Aristide Boucicaut” , “Le Bon Marché” e “i magazzini Louvre”.

Seguirono altre iniziative, negli Stati Uniti aprì “ Macy’s”  a New York, per seguire a Milano nel 1877 con il primo grande magazzino di tessuti dei fratelli “Luigi e Ferdinando Bocconi”

Ma qual’era il concetto primario del grande magazzino?

Il grande magazzino è stato concepito per offrire al Cliente un negozio sempre più grande con molti più prodotti da scegliere perchè appunto la superfice di esposizione è maggiore di un negozio piccolo “sotto casa”.

In questo modo viene tolta la capacità di concorrenza da parte dei piccoli negozi, perché il Cliente/Consumatore nel grande magazzino trova tutto quello che gli serve.

La Grande Distribuzione Organizzata: lobby e potere economico.

Passano gli anni e arriva La Grande Distribuzione Organizzata centri commerciali e magazzini sempre più grandi, dove puoi passare intere giornate perchè appunto trovi tutto quello che ti serve e oltre.
Infatti il Cliente/Consumatore, diventa un compratore compulsivo, senza accorgersene compra anche ciò di cui non ha bisogno nell’immediato ed ecco che entriamo nel consumismo.
Quante volte ti è capitato di comprare molto di più di quello che avevi preventivato prima di entrare nel centro commerciale o addirittura ti sei dimenticato di acquistare ciò che realmente ti serviva!

Con il passare degli anni la Grande Distribuzione Organizzata ha affinato le proprie strategie di crescita fino a diventare importanti poli economici.

La vendita dei prodotti che troviamo sugli scaffali, non è più il guadagno principale per le GDO e i buoni propositi iniziali sono pian piano sfumati.

I prodotti che noi tutti consumatori acquistiamo presso la Grande Distribuzione Organizzata sono solamente il mezzo che serve per generare il grande potere economico delle finanziarie che gestiscono le grandi reti commerciali.

Due cose sono fondamentali per arricchire poche persone che tirano le fila della Grande Distribuzione Organizzata: acquistare i prodotti e pagare il più tardi possibile i fornitori.
Il prodotto diventa solo un mezzo per accumulare soldi quindi passa in secondo, se non al terzo posto come importanza, chiaramente è scontato pensare che tutta questa speculazione sia anche a discapito della qualità dei prodotti che acquistiamo.

Queste speculazioni rendono schiavi tutti quei produttori fornitori della GDO, costretti ad abbassare i prezzi fino a rimetterci pur di vendere, ed è normale pensare che in un regime di quasi sfruttamento e sottocosto la qualità dei prodotti che noi acquistiamo a volte possa essere messa in discussione.

Il Potere di mercato della Grande Distribuzione Organizzata.

la-grande-distribuzione-organizzataProva ad immaginare il parcheggio di un grande centro commerciale, pensa a quante vetture può contenere, moltiplicalo per almeno otto che può essere il ricambio giornaliero per effetto del via vai delle persone, ora moltiplica il dato ottenuto per trenta giorni visto che sono aperti anche i festivi, poi ancora lo devi moltiplicare per tutti centri commerciali o ipermercati presenti in Italia.
Infine, il dato che hai ottenuto lo moltiplichi per un importo di spesa medio di solo 100,00 Euro.

Ora riesci minimamente ad immaginare quanti soldi liquidi incassano tutti i mesi?!?
Tenendo conto che pagheranno i loro fornitori almeno dopo 60-90 giorni con i soldi che gli abbiamo lasciato noi consumatori, capisci quanto possono far fruttare questi soldi (tolte le spese di gestione generale) attraverso le loro finanziarie con investimenti speculativi che possono come minimo raddoppiare o triplicare il denara raccolto alle casse.

Rifacciamo ancora la stessa domanda: pensi ancora che il guadagno maggiore della Grande Distribuzione Organizzata sia negli Scaffali?

Direi che la risposta è chiara: gestendo soldi non propri anche per breve periodi possono speculare in azioni finanziarie ed immobiliari, con il sistema compra/esci tramite operazioni veloci di poca durata e con incasso utile piccolo.
Il movimento economico che hanno a disposizione ogni giorno tramite i soldi freschi che i consumatori portano, da loro la leva per guadagnare cifre enormi re-investendo e moltiplicando il capitale.

Ad ogni azione corrisponde una reazione che fa aumentare sempre di più l’Indiretto!
Ci offrono dei prodotti anche ad un costo inferiore di quello pagato, meglio dire ancora da pagare, per attirarci ed eliminare la piccola concorrenza.

Il primo obiettivo è quello di pareggiare i costi di gestione, pagare i dipendenti, i servizi, ecc…  poi con tutti i soldi rimasti generano profitto sfruttando l’indiretto tramite la speculazione finanziaria,  dopo aver moltiplicato “pane e pesci” pagano i fornitori, infine a loro rimangono tutti i guadagni generati dall’indiretto con soldi non loro!

Riescono a giustificare il costo basso del prodotto molto spesso anche sottocosto, con la forza del potere di acquisto e diventano talmente credibili che anche i dipendenti lo credono.

Ma noi sappiamo che non è così, in alcuni casi i prezzi sono talmente bassi che sicuramente sono sottocosto, ma a loro questo non interessa perchè lo scopo è incassare soldi che servono per le speculazioni finanziarie in quanto da quell’indiretto potranno ricavare un utile sette volte di più del costo iniziale del prodotto venduto a sottocosto.

Tu potresti pensare: ma i soldi sono i loro ho acquistato un prodotto e ho pagato per quel prodotto.
Purtroppo non è così, la Grande Distribuzione Organizzata oggi è diventata un movimento economico di alta finanza ed opera come una finanziaria mascherata da locale commerciale.

I piccoli negozianti hanno spesso prodotti di alta qualità, però ad un costo superiore, il loro potere di acquisto è limitato e devono competere con un sistema inarrivabile.
Ecco che nasce la crisi pilotata generata dai potenti della finanza: ci fanno mancare i soldi, creano la crisi, ci fanno indebitare, a questo punto siamo costretti a guardare solamente al risparmio e andiamo ad acquistare nella GDO perchè ci offre prodotti sottocosto.

Il carosello continua all’infinito: prendono i nostri soldi in cambio di prodotto a volte scarso, li investono e re-investono prima di pagarlo ai fornitori, noi ci ammaliamo per colpa delle schifezze che compriamo e poi ci curano con i loro medicinali, fantastico no?

E noi paghiamo per poi stare male!

Mondo del Consumo