Passivo – Attivo un movimento sconosciuto a molti!

Ogni mese esce dalle nostre tasche un flusso di denaro continuo per pagare le bollette, l’affitto, il mutuo, l’alimentazione quotidiana, i servizi vari, lo svago, ecc…

Nonostante si abbia un’entrata economica da stipendio o altro, le difficoltà ad arrivare a fine mese ci sono e si è sempre più costretti a tagliare e a rinunciare.
In queste situazioni la maggior parte delle persone e famiglie sono costrette a cercare solo il risparmio, acquistando alimenti meno buoni e ricorrendo agli “sconti pazzi”  dei discount stranieri.

Abbiamo sempre meno potere economico e fatichiamo ad arrivare a fine mese, stiamo tramandando la povertà alle generazioni future.
Perché tutto questo?

In cosa sbagliamo?

L’analisi di mercato.
Siamo partiti ponendoci queste semplici domande, abbiamo iniziato ad analizzare cosa realmente accadeva dopo aver fatto i nostri acquisti, ovvero dopo che migliaia di persone tutti i giorni versano contanti nelle casse della grande distribuzione organizzata e nel mercato in generale, lo scopo era quello di capire come si muovono i soldi dopo ogni acquisto nel mercato economico e nella finanza che c’è dietro.

Il risultato di questi studi ci ha portato a capire che nel mercato esistono due principali movimenti, PASSIVO E ATTIVO, uno distrugge il diretto, mentre l’altro produce l’indiretto, sicuramente farai fatica a comprendere queste logiche e/o termini, ma continua a leggere e capirai.

Ti ricordi il detto che dice: il ricco diventa sempre più ricco e il povero sempre più povero?

Noi abbiamo analizzato quel detto, ed abbiamo una risposta chiara ed evidente.
I tempi sono cambiati specialmente negli ultimi anni il consumismo è salito vertiginosamente ed il modo di vivere delle persone è cambiato, impossibile fermarsi o tornare indietro!

Tutti noi consumatori siamo macchine da soldi, bancomat umani che alimentano i grandi gruppi finanziari, infatti, dopo i nostri acquisti inizia un movimento nel mercato chiamato “indiretto attivo” generato dal nostro movimento “diretto passivo”, questo scenario ci coinvolge passivamente fino alla distruzione del tessuto locale fatto di prodotti genuini e di qualità, rovinando con pesticidi anche l’ambiente in cui viviamo, tutto questo per risparmiare e alimentare la finanza di un immenso carosello economico.

Come possiamo cambiare la situazione sfruttando il  passivo – attivo?

Prima di continuare doppiamo chiarire alcuni punti fondamentali.

Che cos’è il diretto: è la nostra spesa, i nostri acquisti quotidiani di prodotti e servizi, pagati con i soldi che escono dal nostro portafoglio.

Che cos’è l’indiretto: è il movimento dei soldi che vengono reinvestiti più volte nel mercato controllato, questa azione è in grado di generare altri soldi all’infinito ma, solo per poche persone hanno il controllo di questo movimento.

Che cos’è il passivo: è il risultato che si ottiene facendo un acquisto, si paga con propri soldi un prodotto o un servizio, ma non si controlla il movimento economico che segue e che genera in automatico altri soldi ma, a favore di altri e non per chi fa l’acquisto.

Che cos’è l’attivo: è il risultato che si ottiene facendo un acquisto avendo il controllo del mercato, seguendo il percorso economico con azioni di investimento ripetute nel mercato stesso. 

Ora uniamo le due azioni e analizziamole:

Che cos’è il diretto passivo: nessun controllo dell’economia che si genera dopo l’acquisto, ci si limita a spendere e basta, si lascia ad altri la possibilità di fare economia infinita.

Che cos’è l’indiretto attivo: è il controllo di un proprio mercato che opera mediante investimenti certi e sicuri che generano soldi su soldi all’infinito.

A questo punto avrai capito anche tu il motivo per cui il povero rimane povero: perché fa due azioni, diretto passivo e indiretto passivo, in poche parole, fa solo azioni passive incidendo sul proprio portafoglio, questo lo indebolisce economicamente e nello stesso tempo rafforza qualcun altro. 

Ma come è possibile controllare un mercato già controllato da altri?

Si può fare creando un mercato parallelo a quello esistente con altre regole e azioni controllate, è un mercato che non fa la guerra a nessuno, ma segue i suoi obbietti e missioni: noi Mondo del Consumo l’abbiamo creato!
Abbiamo decodificato la mappa della finanza dei potenti e quindi abbiamo la soluzione. 

Per questo motivo dobbiamo partire dal consumo, è l’unica cosa che ci accomuna tutti ed è l’arma vincente!
Oltre che sicura, è provato che funziona!

Basta guardare al mercato attuale che genera da anni economia per alcuni, più prove di questo non c’è ne sono!

La formula che abbiamo elaborato ci consente di prendere il totale controllo di una parte del nostro consumo che abbiamo detto essere passivo e trasformarlo a nostro favore in un “indiretto attivo” ciclico.

Questo cambio di azione crea una reazione a favore del Socio consumatore, che produce una parte della spesa mensile anche in forma gratuita o ad un minor costo.

Siamo certi che a questo punto la tua domanda sarà:
Ma come è possibile tutto questo?
Dov’è l’inganno?
Ma non si è mai visto che facciamo la spesa e ci danno il prodotto anche a costo zero?

Domande più che giuste, infatti nulla è gratis!

Questo è un punto molto importante da tenere sempre in considerazione, nel Mondo del Consumo nulla è regalato o gratuito!

Come socio consumatore iscritto a Mondo del Consumo, acquisisci i diritti per beneficiare di tutti i vantaggi offerti, ma, per ottenere tali vantaggi devi partecipare attivamente al progetto, significa che prima di tutto devi fare una parte della tua spesa nel circuito Mondo del Consumo e in base alla tua disponibilità aiutare alla crescita del gruppo.

Solo in questo modo potrai beneficiare di prodotti o servizi parzialmente o totalmente gratuiti, pagandoli con i punti premio che otterrai tramite il Conteggio Oscillante Ciclico, uno strumento che calcola quanto sei attivo come Socio consumatore ed in proporzione ti premia con buoni consumo, solo in questo modo potrai arrivare ad un concreto e reale risparmio mensile che inciderà positivamente sul tuo bilancio familiare

Allora è possibile tutto questo?
Assolutamente si!

Forse non lo sai ma è sempre esistito un sistema di azione che sfrutta il movimento diretto passivo dei consumatori e ne genera un indiretto attivo per pochi, non è una novità, non lo abbiamo inventato noi, sono le regole del mercato, noi lo abbiamo solamente decodificato e convertito al Mondo del Consumo.

Solo pochi sanno come gestire questi movimenti finanziari che speculano con il denaro dei consumatori.

Prendi per esempio le banche, noi con una azione passiva, depositiamo i nostri risparmi e dobbiamo anche pagare tasse e commissioni per il conto corrente, mentre la banca tratta i nostri soldi come se fossero suoi, rivendendoli e prestandoli più volte ricavando un grande profitto che genera l’azione indiretta attiva nel mercato, hanno il controllo del movimento economico quindi possono farlo.

La stessa cosa accade nella Grande Distribuzione Organizzata, obbligano la maggior parte dei consumatori in difficoltà a comprare da loro grazie ai sotto costi, incassano un valore economico immenso immediato, tutti i giorni e lo gestiscono pagando i fornitori il più tardi possibile, in questo modo investono questi capitali in operazioni finanziarie generando guadagni ripetitivi.

Tutto questa speculazione avviene a discapito ovviamente della qualità dei prodotti e del fatto che i negozianti siano costretti a chiudere, infatti pur avendo prodotti di maggior qualità, i negozianti ed i produttori locali, difficilmente possono competere con la grande distribuzione che ha prezzi più bassi e spesso prodotti di minor qualità.

Tutto questo si può definire un “finto” commercio di prodotti che in realtà maschera delle vere e proprie finanziarie che hanno il controllo del movimento economico.

Potremmo fare altri esempi di settori che operano e si arricchiscono con il controllo del movimento economico, ma, pensiamo che questo ti basti per capire come funziona il sistema del mercato attuale, di conseguenza potrai anche comprendere meglio come sia possibile per noi “comuni consumatori” arrivare a gestire tramite la spesa mensile, il nostro movimento economico con il progetto di Mondo del Consumo.

Il Passivo – Attivo di Mondo del Consumo.

Importante chiarire che l’operatività che noi adottiamo è diversa dai sistemi appena citati, noi siamo riusciti ad applicarla in forma etica e morale con un obbiettivo ed una mission diversa.

Abbiamo creato un movimento economico controllato e ridistribuito, significa che nessuno si arricchisce alle spalle di altri, ma, l’indiretto viene ridistribuito ad ogni consumatore in base al suo rapporto con il movimento stesso, creandogli una nuova economia.

Diamo origine ad un potere economico che viene reinvestito nel nostro stesso mercato, il quale genera “indiretto attivo” infinito con il conseguente concreto aiuto ai Soci consumatori, alle Aziende, ai Produttori italiani nostri associati.

Per questo motivo, fare una parte della spesa mensile nel nostro circuito Mondo del Consumo, è il primo livello di auto finanziamento del sistema, per ottenere il massimo dal proprio Diretto Passivo che porterà benefici al Socio consumatore.

  • Il primo traguardo è il raggiungimento della spesa mensile “a costo zero”
  • Il secondo traguardo consiste nell’ottenere buoni spesa mensili, utilizzabili nel circuito di Mondo del Consumo.

Mondo del Consumo è differente da una azienda che compra e rivende prodotti o da un semplice gruppo di acquisto, siamo un movimento organizzato che va oltre la semplice spesa e non mira solo allo sconto o all’offerta.

Il nostro progetto è nato per trasformare il Socio consumatore e la famiglia in una reale “azienda familiare” che acquista e rivende a se stesso generando un’azione indiretta attiva con le sue entrate e le sue uscite mensili controllate.

Noi abbiamo decodificato il sistema per gestire il movimento economico generato dal Passivo – Attivo!

Siamo consapevoli che questo argomento può essere difficile da comprendere, e sicuramente, una pagina come questa potrebbe generare ancora domande o dubbi.
La nostra determinazione e sicurezza si basa sul fatto che Mondo del Consumo è un progetto già funzionante che genera vantaggi alle persone, alle famiglie e alle Aziende associate.

Per rendere più realistici ed intuitivi i concetti descritti in questa pagina, abbiamo creato una tabella con dati realistici di un Socio consumatore che partecipa attivamente al progetto e di conseguenza trae benefici e vantaggi offerti dal sistema.

Vai alla descrizione della pagina successiva

Per chiudere, citiamo una frase di Giovanni Falcone:

“Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così.
Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare”.
Giovanni Falcone

Mondo del Consumo

COME OPERIAMO

I VANTAGGI DI UN GRANDE GRUPPO!

Sei un Consumatore?  Hai una Azienda o Attività Commerciale?   Sei un Produttore?    Sei un Libero Professionista o Artigiano? Fai parte di una Onlus – Associazione o CRAL Aziendale ?
Clicca sul settore di tuo interesse e scopri i vantaggi di appartenere a ” Mondo del Consumo”